Traccia corrente

Titolo

Artista


L’Unione dell’Appennino: Sostegno per il progetto di Santoni

Scritto da il Ottobre 30, 2019

I sindaci dell’Unione dei Comuni dell’Appennino bolognese, nel corso della seduta di giunta del 28 ottobre, hanno voluto manifestare il loro sostegno unanime all’iniziativa del sindaco di San Benedetto Val di Sambro Alessandro Santoni.
Il progetto propone tre mesi di affitto e di mezzi pubblici pagati agli studenti universitari fuori sede che si trasferiscono in un appartamento di montagna. (più informazioni qui)

Pochi giorni fa, il Collettivo “Noi restiamo” ha criticato l’iniziativa imbrattando una parete della stazione ferroviaria di San Benedetto scrivendo: “Unibo ti sbologna: i ricchi in centro, i poveri al confino”.
Il tutto accompagnato da una serie di volantini in cui si sosteneva che l’iniziativa del sindaco e di Unibo fosse “una ridicola soluzione abitativa per gli studenti ed una falsa speranza di ripopolamento”.

Oltre la grande solidarietà nei confronti di Alessandro Santoni, i sindaci si sono detti intenzionati a proporre iniziative analoghe anche nei loro territori.

Il presidente dell’Unione dell’Appennino bolognese spiega:
«Non solo riteniamo che l’iniziativa del sindaco vada sostenuta, ma intendiamo lavorare per estenderla a tutte le aree dell’Unione che presentano condizioni analoghe per aumentarne la forza e l’efficacia.
Se questi studenti arrivano a paragonare il nostro Appennino ad un luogo di confino, significa che hanno le idee molto confuse e probabilmente bisogno di conoscere un po’ di più la realtà che li circonda».

Il progetto dell’Unione dell’Appennino

I sindaci vogliono coinvolgere i proprietari di immobili sfitti affinché si crei una mappa della disponibilità di posti letto e la si metta a disposizione dei canali universitari gestiti da Ergo.
Non solo, l’obiettivo è quello di rilanciare invitando anche i lavoratori e le famiglie.

C’è una vasta fascia di famiglie che non rientrano nei canoni per ottenere un alloggio popolare, ma allo stesso tempo, se non sono proprietari di un immobile, faticano ad arrivare a fine mese.
A fronte degli affitti sempre più costosi, sia per quel che riguarda la città che i comuni della cintura, è giusto che le famiglie sappiano che un alloggio per quattro persone costa indicativamente sui 300 euro.

I sindaci riconoscono che la vita in Appennino ha alcuni disagi, per cui non è consigliata a tutti, ma di sicuro vale la pena prendere in considerazione la possibilità soprattutto se si cercano tranquillità e comunità accoglienti.

Fonte: Unione dei Comuni dell’Appennino bolognese


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *