Eventi

Castiglione dei Pepoli: Presentazione dell’asteroide “Castión”

Castiglione dei Pepoli: Presentazione dell’asteroide “Castión”

Sabato 24 Novembre, alle 12 , presso la sala consiliare di Castiglione dei Pepoli si terrà una cerimonia speciale: verrà presentato “Castión” (Castiglione in dialetto): un corpo celeste che ha preso il nome della cittadina dell’Appennino bolognese.
Sono stati Andrea Boattini, astronomo fiorentino, e Michele Mazzucato, cultore di scienze astronomiche a ribatezzare l’asteroide.

Mazzucato ha lavorato per molti anni come comandante della guardia forestale a Castiglione e spiega: «Abbiamo individuato l’asteroide nel 2006, ma ci sono voluti alcuni anni prima che la sua traiettoria orbitale fosse confermata con certezza. Quando l’oggetto, che dista oltre 350 milioni di chilometri dal Sole, è entrato nella lista di quelli noti ci è stata data la possibilità di dargli un nome. E abbiamo scelto Castión, in onore della cittadina che ospita anche il gruppo di astrofili M1 con i quali ho a lungo avuto il piacere di collaborare».

L’asteroide “Castión” ha un diametro di circa 2,5 chilometri ed impiega circa quattro anni a compiere un’orbita ellittica.
È stato individuato per la prima volta il 14 dicembre 2006 durante alcune osservazioni effettuate presso l’Osservatorio di San Marcello Pistoiese, una delle strutture di ricerca astrometrica più importanti d’Italia, ad essere gestita da astrofili.

Il Gruppo M1 Astrofili Castiglionesi nasce nel 2000 e deve il suo nome alla sigla identificativa del primo oggetto non stellare osservato e catalogato dall’astronomo Charles Messier nel 1758: la Nebulosa del Granchio.
Il gruppo vuole promuovere la conoscenza delle scienze astronomiche tramite l’informazione e la divulgazione rivolta al pubblico organizzando conferenze, mostre, serate osservative con l’utilizzo del telescopio, il supporto alla didattica nelle scuole.
Gli Astrofili Castiglionesi si occupano anche della ricerca nell’ambito dei software per l’analisi dei dati da radiotelescopio e dell’astrometria.
Il loro sogno è quello di costruire un Osservatorio astronomico pubblico all’interno del Parco Regionale dei Laghi Suviana e Brasimone a una quota di 1148 metri slm, in un sito già individuato.

«Non ci sono tante località ad aver dato il proprio nome ad un oggetto stellare, per cui siamo molto orgogliosi di sapere che nel sistema solare c’è un po’ di Castiglione dei Pepoli» dichiara il sindaco Maurizio Fabbri. «Soprattutto questa occasione ci servirà per ringraziare gli astrofili che operano a Castiglione arricchendo culturalmente il nostro territorio».

 

Fonte: Unione dei Comuni

Miriana Degli Esposti

novembre 23rd, 2018

No comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *