Traccia corrente

Titolo

Artista


“Va’ Sentiero”: A Castiglione un convegno per discutere di cammini ed economie locali

Scritto da il Novembre 5, 2019

Sabato 8 novembre, alle 17:30, si terrà a l’evento “Walk and Work: Va’ Sentiero arriva a Castiglione dei Pepoli”.
Ospitato nella sede di Officina15, organizzato dal Festival IT.A.CÀ e sponsorizzato da FORMart.
Una giornata per riflettere su come nuovi e vecchi cammini stanno incentivando le microeconomie locali che proprio grazie ai cammini si rigenerano, portano alla nascita di nuove strutture ricettive e danno origine ad un mercato di nuove figure professionali in grado di accogliere i viaggiatori e di condurli alla scoperta del territorio dal punto di vista storico, artistico e culturale.

Il team del progetto “Va’ Sentiero”, che sta ripercorrendo il Sentiero Italia CAI dal Nord al Sud, farà tappa nell’Appennino bolognese.
Si tratta di un gruppo di giovani, appassionati di montagna e cammino, decisi a percorrere l’alta via più lunga del mondo, quella che attraversa la dorsale montuosa italiana.

Il Sentiero Italia, riaperto grazie ai volontari del CAI, è lungo 6880 km, attraversa 20 regioni e 6 siti naturali Unesco.
I ragazzi sono partiti da Muggia (Friuli) ed hanno attraversato tutto l’arco alpino e tra qualche giorno arriveranno a Castiglione dei Pepoli.
Lungo gli Appennini scenderanno fino in Sicilia per concludere poi il percorso in Sardegna, a Santa Teresa di Gallura.
Si tratta di un obiettivo ambizioso, supportato, nella tappa di Castiglione, da FORMat, un ente accreditato della Regione Emilia-Romagna per la formazione di figure professionali in ambito turistico.

“Va’ Sentiero”: Il programma

Dalle 17:30 sono previsti diversi interventi di esponenti di spicco del mondo del turismo sostenibili e della mobilità dolce, seguiti dalle domande dei partecipanti.

Il focus sarà l’idea di cammino come motore della rigenerazione e dello sviluppo sociale ed economico delle comunità locali.
Inizierà Maurizio Davolio, Presidente dell’Associazione Italiana Turismo Responsabile, partner del progetto internazionale Monteguide.
A seguire sarà il turno di Stefano Lorenzi, referente di Appennino Slow, con la relazione “Il turismo sostenibile nell’Appennino bolognese: il successo di un tour operator locale.”

Vito Paticchia, membro del CAI nonché autore della “Via della Lana e della Seta” discuterà proprio di questa nuova strada per camminatori: “Da Bologna a Prato. Nascita di un nuovo cammino: possibilità di sviluppo locale”.

Altri interventi previsti sono quelli di Elisabetta Pistocchi, direttrice di FORMart, “Il mercato del lavoro nel turismo sostenibile: professionalità servizi e percorsi di formazione”.
Quello del presidente AIGAE, Davide Galli “La guida ambientale escursionistica: una professione in cammino”.
Giacomo Riccobono, Yuri Basilicò e Sara Furlanetto del Progetto Va’ Sentiero: “In cammino lungo il Sentiero Italia CAI dal Nord al Sud”.

Saranno presenti Egle Teglia, Coordinatrice del Tavolo dell’Appennino bolognese della Città Metropolitana di Bologna e Maurizio Fabbri, Presidente dell’Unione dei Comuni dell’Appennino bolognese e Sindaco di Castiglione dei Pepoli.

Le parole di Maurizio Fabbri

«Sopo anni di crisi di identità, l’Appennino sta trovando la strada giusta legata ad una narrazione che coniuga passato e futuro, la storia e le tradizioni con il proprio ruolo nel XXI secolo.
I cammini sono sì un prodotto turistico, ma anche una grande occasione per ricucire i territori, per raccontarli e per generare piccole economie che ridiano dignità a borghi e paesi dimenticati dal modello di sviluppo della società dei consumi».

La giornata si concluderà, dopo l’aperitivo e il buffet a cura di ristoratori e produttori del territorio, con il concerto “I Souvenirs live”.
Sullo sfondo della musica scorreranno le immagini dell’avventura di Va’ Sentiero alla scoperta del territorio e del cammino percorso sinora.

Fonte: Unione dei Comuni dell’Appennino bolognese


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *