Eventi

Castiglione dei Pepoli: Inaugurazione della scuola di musica popolare

Castiglione dei Pepoli: Inaugurazione della scuola di musica popolare

Sabato 10 Novembre alle 16, saranno inaugurati a Castiglione dei Pepoli  in via Fiera 96, gli spazi per la scuola di musica.
La gestione delle sopra citate sarà a cura di due eccellenze del territorio: la banda Sisto Pedrieri di 153 anni e il Coro Castiglionese, che ne conta 40.

Il  Comune ha assegnato, tramite un mando, alcuni spazi da mettere a disposizione delle associazioni per la promozione e attività culturali. Il bando prevedeva l’affidamento degli spazi senza costi di affitto e utenze, chiedendo in cambio una rigenerazione degli immobili, con l’obiettivo di offrire dei servizi culturali di qualità e accessibili alla comunità.

Uno degli spazi interessati è quello che occupava il centro Arcobaleno, che diventerà una vera e propria scuola di musica popolare.
Le due bande unite nel progetto, proporranno corsi di musica e canto gratuiti a tutte le fasce della popolazione.

«Il nostro coro è aperto a tutti, non è indispensabile una conoscenza pregressa della musica» spiega il direttore del coro Simone Macchiavelli «siamo un gruppo di appassionati di canto popolare che vanno dai quindici ai settant’anni e speriamo di continuare a insegnare canto ancora a lungo».

È entusiasta di aver finalmente trovato una sede stabile per la sua banda il presidente Guerino Lorenzoni: «Dopo tanti anni di girovagare, finalmente abbiamo una sede dove insegnare musica. Siamo molto soddisfatti soprattutto per la posizione: è vicina al polo scolastico, e noi ci teniamo molto ai giovani musicisti. Dei nostri circa 40 componenti infatti i più giovani fanno le scuole elementari e suonano con i più esperti che viaggiano verso gli ottant’anni».

I rimanenti due spazi rigenerati sono il rifugio Ranuzzi – Segni, affidato alla sottosezione di Castiglione dei Pepoli del CAI di Bologna, che si candida a diventare un punto di riferimento per coloro che intraprendono la Via della Lana e della Seta.
Gli ex locali delle poste verranno invece assegnati alla compagnia filodrammatica “Non solo ragionieri”, che si impegnerà nella realizzazione di una scuola di teatro.

Per gli amanti del teatro ci sono buone notizie: inizieranno a breve i lavori per la ristrutturazione dell’ex-cinema di Castiglione, che si appresta a diventare un teatro polivalente, dove potranno essere visti film ma si potrà anche partecipare a conferenze e spettacoli dal vivo, coinvolgendo anche la nuova scuola di musica.

«Castiglione ha una vivacità culturale da preservare e rilanciare. Banda e coro sono due realtà fondamentali» sostiene il sindaco di Castiglione dei Pepoli Maurizio Fabbri. «Hanno presentato un progetto di recupero degli spazi bello ed ambizioso: offrire a tutta la popolazione dell’Appennino corsi gratuiti di canto e musica. Il nostro futuro non può prescindere da quei tesori come la nostra storia e la nostra cultura che per fortuna non si possono delocalizzare».

 

Fonte: Unione dei Comuni

Miriana Degli Esposti

novembre 8th, 2018

No comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *